Tutti gli articoli di dariomangiacasale

Darman è musica e il suo viaggio parte da Carlopoli, 1.574 abitanti della provincia di Catanzaro in Calabria, dove muove i primi passi nel mondo della musica assieme a suo nonno Muzio. Spogliandolo per un momento delle vesti di cantautore alternative rock, si trova Dario Mangiacasale. Fin dalla tenera età la sua fame musicale viene saziata, prima in famiglia con insegnamenti di armonica a bocca, passando poi all’età di 6 anni tra lezioni di chitarra, a 10 anni a lezioni di pianoforte e a 14 scocca la scintilla a scuola di chitarra elettrica. Nel 1997 Darman fonda il suo primo gruppo, i Pixel, del quale è compositore nonché frontman e chitarrista solista. Chiusa la parentesi Pixel, della durata di circa due anni, suona poi in diverse rock band locali ed in una di queste formazioni conosce il bassista Tommaso Donato, con il quale, nel 2008, fonda gli Acid Noise. La band ha chiare impronte rock alternative tendenti alla psichedelia fine anni '60, pur con sonorità moderne.  Nel 2009, gli Acid Noise vincono il Music Against 'Ndrangheta a Lamezia Terme, accedono alle finali nazionali del FestivalPub Italia e alle finali regionali del MarteLive. Nell'anno seguente, Darman (che della band è il compositore dei brani inediti) intraprende una proficua collaborazione con il regista emergente Matteo Scarfò (che continua tutt'ora), per il quale realizza la title track del mediometraggio Omega con la canzone Neurotrasmettitore nello Spazio Intersinaptico. Con lo stesso regista, gli Acid Noise realizzano il videoclip della canzone Hey Syd Noise, che Darman scrisse in onore di Syd Barrett, il fondatore dei Pink Floyd. Nel frattempo, Tommaso Donato viene sostituito da Ferdinando Buono prima e da Vittorio Falbo poi, fino allo scioglimento della band datato 2011, poiché Darman, terminati nel frattempo gli studi in Farmacia, abbandona la Calabria per trasferirsi a Bologna. Trasferitosi a Bologna, Darman intraprende definitivamente la carriera solista. La sua esperienza musicale emiliana raggiunge l'apice quando si toglie la soddisfazione di aprire il concerto del Primo Maggio 2012 in Piazza Maggiore. Trasferitosi successivamente a Ivrea, Darman si butta a capofitto su nuovi progetti musicali, il primo dei quali è stata la pubblicazione in digitale dell'EP Bellatrix (titolo che fa riferimento alla stella della costellazione di Orione, chiaro riferimento al genere musicale psichedelico nonché ai contenuti dei suoi testi, che attingono spesso dall'astronomia, dall'ignoto). Il mini disco esce il 24 febbraio 2015 e contiene quattro brani inediti registrati nel periodo degli Acid Noise: Buco Nero, Neurotrasmettitore nello Spazio Intersinaptico, Hey Syd Noise e Smaterializzare. Il mini disco è il marchio di fabbrica Darman: chitarre graffianti, struggenti e penetranti che affondano gli artigli nei cuori e nelle anime dell'ascoltatore.  E’ da questa lunga avventura che nasce il nuovo lavoro discografico: Four-Leaved Shamrock; un disco espressivo che accoglie le diverse sonorità del cantante trasformando ed evolvendo le esperienze musicali pregresse in qualcosa di nuovo, dallo stile graffiante ma piacevole all’ascolto. L’album, in uscita all'inizio del mese di Novembre 2015, è stato anticipato dall’uscita del singolo “Dì” accompagnato da un videoclip originale (anch'esso girato assieme al regista Matteo Scarfò) e da due anteprime live nella splendida cornice di Expo Milano 2015.

E’ ONLINE UGUALE VELOCITA’ IL NUOVO VIDEO DI DARMAN

Uguale Velocitàè il titolo del nuovo videoclip del cantautoreDarman, disponibile su YouTube a partire dal 23 febbraio. A fine aprile partirà dalla Spagna il tour Europeo. Il brano “Uguale Velocità”, estratto da “Segale Cornuta”, album rock alternative, psichedelico, noise uscito per Ayawasca Sciamani Musicali, è la perfetta traccia finale di un disco, un brano strumentale fluente, persuasivo e ipnotico: “nato prendendo ispirazione dall’incapacità dell’essere umano di rapportarsi con rispetto e venerazione verso ciò che lo circonda, sia essa materia animata o inanimata, ‘Uguale Velocità’ è una riflessione su ciò che realmente conta nell’esistenza del Creato: ogni singola particella, anche la più microscopica, che compone la materia e l’antimateria dell’Universo, la nostra infinita casa che, in fondo, misconosciamo nella quasi totalità. Merita di essere anche l’ultimo singolo estratto dall’album, il giusto passaggio di consegne tra il Darman che è stato/è e quello che sarà”, racconta il cantautore calabrese.